Problemi di parole e modi per risolverli

Problemi di parole e modi per risolverli

Ho chiesto molte volte ad alunni e studenti: Cosa pensano delle proprie capacità di problem solving con le parole? Le risposte di solito sorprendono. Nella scuola primaria, generalmente non hanno problemi a risolverli. Il problema viene dopo, nelle scuole medie e superiori. Analizzando le ragioni di questo stato di cose, puoi arrivare alla conclusione, che nella scuola primaria, uno studente risolve compiti semplici, e il processo matematico risulta direttamente dal contenuto dell'attività. Compiti complessi compaiono nelle classi più vecchie della scuola primaria, la cui soluzione richiede il riconoscimento di relazioni più complesse, nel frattempo, lo studente non è pronto a risolverli. Forse l'insegnante delle classi 1-3 e delle classi superiori della scuola primaria ha trascurato qualcosa, concentrarsi troppo su compiti semplici, a parte i compiti che sono più difficili da interpretare e insegnare, come S.. Restare, "Correttamente piegato", che, secondo il nuovo curriculum di base, sono stati spostati agli ultimi anni della scuola primaria. Tuttavia, vedo il motivo principale alla base di questo, che i compiti vengono risolti durante le lezioni, e non impara metodi di problem solving. Ecco perché vale la pena prestare attenzione a questo aspetto dell'educazione matematica, che è l'apprendimento da parte dello studente della struttura di un problema di testo e vari metodi di risoluzione. È collegato alle domande frequenti sul modo di arrivare al risultato, perché lo studente sceglie una tale soluzione, e nessun altro e che giustifichi la scelta del metodo. È necessario prestare attenzione alla verifica della soluzione, sia il risultato contabile sia l'adeguatezza del risultato al contenuto dell'incarico. Puoi riflettere su questo, poiché i problemi di parole sono così difficili per gli studenti, perché non rinunciarvi? Gustaw Treliński risponde brevemente: Risolviamo i compiti, perché costituiscono il contenuto e il significato della matematica. Presentazione della maggior parte dei concetti di matematica, non solo nelle classi principianti, è fatto attraverso problemi di parole. Ciò si riflette anche nel curriculum di base.

Il curriculum di base presuppone, che uno studente che sta completando la prima elementare:

• sa far fronte a situazioni della vita, che deve essere aggiunto o sottratto per avere successo;

• scrive la soluzione del compito con il contenuto presentato a parole in una situazione specifica, utilizzando record digitali e segnali di azione;

Uno studente che completa la classe III:

• Risolve i problemi relativi alle parole ad azione singola (comprese le attività di confronto differenziale, ma senza confronto tra quozienti);

• esegue facili calcoli monetari (prezzo, quantità, valore) e affronta le situazioni quotidiane che richiedono tali abilità;

Uno studente nelle classi 1-3 deve padroneggiare la capacità di risolvere i problemi di parole più semplici. Tuttavia, devi ricordare, che la maggior parte delle situazioni di matematica, per esempio.. introducendo numeri naturali successivi, calcoli monetari, le situazioni del calendario e dell'orologio sono correlate alle situazioni descritte sotto forma di problemi di parole.

I suggerimenti metodologici qui presentati non esauriscono le questioni e la conoscenza della risoluzione dei problemi di parole nei gradi 1-3 dovrebbe essere approfondita, utilizzando la ricca letteratura.

La risoluzione dei problemi di parole consiste nel trovare risposte alle domande contenute nei compiti. In compito:

C'era sul piatto 7 pere e qualche mela. Quante mele c'erano, se tutti i frutti ci fossero 15?

La domanda riguarda il numero di mele. La risposta può essere trovata, spargendo la frutta nel piatto, cioè posa 7 pere, poi aggiungendo le mele, in modo che tutto il frutto possa essere 15. Ora basta contare le mele aggiunte e abbiamo la risposta alla domanda nel problema. Invece di frutti naturali, puoi usare ritagli di carta o semplicemente tagliare cerchi o bottoni, bastoni o altri cosiddetti. si alterna. Il compito è stato risolto, ma senza l'uso di operazioni matematiche. Il compito può anche essere risolto, prendendo ad es.. 15 pulsanti (quello era tutto il frutto), quindi rimetterlo a posto 7 – sono le pere. Ora devi solo contare i pulsanti rimanenti, che sono le controparti delle mele.

Quando si risolvono attività utilizzando il cosiddetto. si alterna – pulsanti, bastoni, cioè contatori, noi diciamo, che risolviamo un problema simulando una situazione di attività, simulazione di attività, essere un modello di simulazione. Questo modo di risolvere i problemi è particolarmente utile nelle prime fasi dello sviluppo delle capacità di risoluzione dei problemi di parole. La simulazione può essere applicata lì, dove c'è una difficoltà oggettiva nel risolvere il compito su oggetti reali. La simulazione è associata al cosiddetto. metodi manipolativi per risolvere i compiti, menzionato quando si parla di operazioni sui numeri naturali.